Animali con valigia

Animali con valigia 13 novembre 2017

Viaggiare è bello e farlo in compagnia del proprio amico a quattro zampe lo è ancora di più. Ma l’organizzazione è indispensabile. Ecco cosa serve sapere.

Se ci si mette in viaggio con il proprio animale domestico, l’impresa potrebbe sembrare complicata. Non è così, basta solo organizzarsi, ecco dunque qualche consiglio per spostarsi con gli animali e quali sono le regole da seguire e i comportamenti corretti quando si viaggia con il proprio pet, in auto, aereo, treno e nave. Perché se viaggiare è bello ed è il modo migliore per comprendere il mondo e tutte le sue sfaccettature, farlo con in compagnia del proprio amico a quattro zampe lo è ancora di più.

Cani e gatti on the road

Per trasportare animali in auto occorre rispettare regole precise, che variano di Paese in Paese. In Italia l’animale non deve costituire un pericolo per la guida ed è vietato trasportare più di un animale a meno che non siano custoditi in un’apposita gabbia o nel vano posteriore dell’auto, diviso da una rete. Per cani e gatti il trasportino è ritenuto il sistema migliore e più sicuro per viaggiare in auto. Bisogna anche assicurarsi che l’animale viaggi sereno, per esempio è importante far svolgere al cane attività fisica prima di metterlo in auto, non dargli da mangiare poco prima della partenza ed effettuare delle pause durante il viaggio. I cani di tutte le taglie, purché condotti al guinzaglio, sono infine benvenuti in moltissime aree di ristoro lungo le autostrade d’Italia.

Viaggiare in treno con cani o gatti

Tra i mezzi di trasporto il treno è forse il veicolo migliore (oltre a essere il più ecologico). Trenitalia infatti ammette gratuitamente in tutti i treni i cani di piccola taglia, i gatti e altri piccoli animali domestici, purché custoditi in trasportini di dimensioni non superiori a 70x30x50. Per i cani più grandi (e quelli di piccola taglia senza trasportino) sono necessari guinzaglio e museruola e non sono ammessi in tutti gli ambienti dei treni. In questi casi è necessario acquistare un biglietto ridotto del 50 per cento. Su Italo, viceversa, gli animali di piccola taglia (sotto i 10 kg) viaggiano gratuitamente negli appositi trasportini. Per gli animali di stazza maggiore è necessario prenotare il servizio fino a due ore prima del viaggio unicamente attraverso il Contact center “Pronto Italo”. Con qualsiasi treno si viaggi, è indispensabile avere il certificato di iscrizione all'anagrafe canina e il libretto sanitario.

Volare con gli animali

Ogni compagnia aerea ha le sue regole ed è quindi importante informarsi in anticipo. Alitalia, per esempio, non consente il trasporto di animali su tutti gli aerei e le dimensioni massime imbarcabili variano a seconda dell'aeromobile. C’è comunque un peso massimo per il viaggio in cabina, superato il quale bisogna optare per la stiva. Per poter volare in Europa, cani e gatti devono essere muniti del libretto sanitario (non possono invece viaggiare gli animali di età inferiore ai 3 mesi), mentre per lasciare il continente potrebbero aver bisogno del certificato di vaccinazione antirabbica. Volare con il proprio pet comporta infine l’acquisto di un supplemento al biglietto.

In nave con il cane

Anche per la navigazione non c’è una regola fissa e ogni compagnia ha le proprie, mentre la documentazione richiesta varia in base al paese. Le compagnie più attrezzate hanno apposite cabine dedicate agli animali, alcune sono dotate di canili con gabbie sui ponti, altre impongono di viaggiare in compagnia del proprio animale sul ponte esterno e altre ancora, purtroppo, consentono di tenere gli animali solo chiusi in auto o in una gabbia nel garage della nave. In Italia gli animali domestici, pagando un biglietto ridotto, possono viaggiare su tutti i traghetti. Secondo il portale TripForDog, le migliori compagnie di navigazione sono Grandi Navi Veloci, Moby Lines, Corsica Ferries-Sardinia Ferries, Tirrenia, TT Lines e Actv (i vaporetti di Venezia).

 

Condividi

Leggi anche