Aromaterapia, aria di benessere

Aromaterapia, aria di benessere 30 ottobre 2017

I profumi sono in grado di influenzare la nostra sfera emotiva, la memoria, nonché il sistema immunitario ed endocrino. Scopriamone tutti i vantaggi.

Conosciuta e praticata fin dall’antichità, l’aromaterapia è una disciplina che utilizza gli oli essenziali per mantenere e curare la salute del corpo, sfruttando gli effetti benefici degli aromi e degli odori degli estratti di piante, fiori o frutti. Gli oli essenziali si possono utilizzare, in generale, per ripristinare l’equilibrio psicofisico e riportare il benessere. È un metodo molto efficace e allo stesso tempo naturale, poiché gli oli essenziali sono sostanze oleose e profumate di piante, cortecce, radici, bacche, bucce e fiori ottenute per estrazione, distillatura o spremitura.

Dalla pelle alla mente, i benefici degli oli essenziali

Gli oli essenziali sono indicati per trattare diversi disturbi. Sono utili alla pelle per via delle proprietà cicatrizzanti di alcuni, e quindi possono essere utilizzati in caso di ferite, ustioni o smagliature. Altri oli sono in grado di migliorare la circolazione sanguigna e svolgere un’azione antidolorifica. Altri ancora sono utili nel combattere la tosse, il mal di gola e tutte le varie infiammazioni respiratorie.

Le proprietà dei principali oli essenziali

  • Bergamotto: ha effetto sedativo, è efficace contro gli stati d’ansia. Utile anche come antibatterico
  • Camomilla: combatte l’insonnia e tutti quei disturbi causati da eccessivo stress
  • Eucalipto: giova soprattutto ai polmoni, grazie alle sue qualità espettoranti
  • Geranio: efficace antistress, ha anche proprietà antisettiche e astringenti. Utile anche nella sindrome premestruale
  • Lavanda: utilizzata in caso di mal di testa e problemi gastrointestinali
  • Limone: favorisce la concentrazione e aiuta la memoria. Sulla pelle si usa per combattere cellulite ed herpes, diluito per sciacqui contro l’alitosi
  • Melissa: ha un forte potere antiossidante e lenitivo
  • Menta: aiuta contro la stanchezza mentale e ha effetti positivi sull’apparato digerente
  • Rosa: ottimo per la pelle, usato soprattutto come tonico e antirughe
  • Rosmarino: rafforza la memoria e aiuta la respirazione
  • Tea tree: ha potere disinfettante, indicato per trattare molti problemi cutanei, tra cui acne e herpes, fino alle punture di insetti
  • Timo: ha potere antibatterico, usato contro raffreddore, mal di gola, sinusite, influenza e tutte le malattie infettive. Ottimo contro i dolori reumatici e per stimolare la microcircolazione.

Controindicazioni
È sempre bene non fare un uso eccessivo di oli essenziali per evitare il rischio di allergie. Potete effettuare un test sulla pelle versando qualche goccia di olio essenziale nell’incavo del gomito e attendere 15 minuti per verificare che non compaiano arrossamenti. Sono comunque sconsigliati ai bambini sotto i 36 mesi e alle donne in gravidanza. Mai usarli puri né per via orale, se non dietro indicazione del medico: si tratta infatti di sostanze molto potenti i cui effetti non vanno sottovalutati.

Come praticare l'aromaterapia

Le sostanze oleose delle essenze di fiori, frutti e piante vanno sempre diluite in un agente disperdente. Gli oli essenziali infatti non sono solubili in acqua: se non disciolti in un alcol o olio, la loro vaporizzazione risulterebbe inefficace. Vediamo come usarli.

  • Diffusione: l’essenza viene percepita tramite inalazione. È sufficiente diluirne 3-5 gocce in un olio o alcol e poi metterlo in un diffusore o in un umidificatore.
  • Massaggio: l’essenza viene assorbita dalla pelle (oltre che inalata). Vanno diluite 5 gocce in 100 ml di olio vegetale (jojoba, mandorle, oliva…) o in una crema neutra (da acquistare in erboristeria) e poi massaggiata sulla parte interessata conmovimenti lenti e circolari. Questa tecnica permette anche al nostro corpo di rilassarsi. Ma attenzione: l’olio essenziale non deve mai essere utilizzato sulle mucose.
  • Bagno: unite una decina di gocce di olio essenziale a un cucchiaio di olio da bagno e versatelo nella vasca. L’essenza agirà sia per inalazione sia per contatto sulla pelle.
  • Pediluvi: versate due o tre cucchiai di sale grosso nell'acqua per il pediluvio e aggiungete 8-10 gocce di olio essenziale di rosmarino, di menta o di eucalipto per alleviare gonfiore e senso di affaticamento.
  • Suffumigi: versate una decina di gocce di essenza in un cucchiaio di olio vegetale, aggiungete un cucchiaio di bicarbonato di sodio. Versate tutto in una bacinella con acqua bollente. Coprite la testa con un asciugamano per non disperdere i vapori.

Condividi

Leggi anche