Come mantenere un acquario pulito

Come mantenere un acquario pulito 16 dicembre 2014

L’acquario, si sa, necessita di un’accurata manutenzione ogni 15 giorni circa.

Il giusto equilibrio del PH dell’acqua, le sostante nutritive e la temperatura sono i fattori principali per la sopravvivenza dei pesci. Nel caso di un nuovo acquario bisogna attendere 2/3 mesi dall’installazione prima di pulirlo altrimenti si rischierebbe di destabilizzare l’equilibrio interno.

Prima di tutto si deve staccare la corrente; in seguito si toglierà l’acqua ma attenzione a non eliminarla totalmente: solo il 20/30% è necessario, diversamente si perderebbe l’ecosistema accumulato nel tempo con il rischio di causare uno shock ai pesci.

Una volta tolta l’acqua, bisogna pulire il fondo con un sifone aspira rifiuti, pulire il filtro e passare una spugna sulle pareti, le alghe invece vanno tolte manualmente.
Per ultimo va aggiunta l’acqua che deve essere fatta stabilizzare con un biocondizionatore, ovvero un prodotto che, aggiunta l’acqua, neutralizza i metalli pesanti e il cloro, reintegrando così la flora batterica.

Successivamente, attendere almeno 24 ore prima di dar da mangiare ai pesci.

Alcuni consigli: non tenere la luce accesa più di 8 ore, inserire lumache e pesci mangiatori di alghe utili per la pulizia, controllare la temperatura, il livello del PH e i nitriti dell’acqua prima di riversarla nell’acquario altrimenti si metterebbero a rischio i pesci.

 

Condividi

Leggi anche