Corsa: facciamo i passi giusti.

Corsa: facciamo i passi giusti. 15 maggio 2015

Rimettere in moto l’organismo con equilibrio e determinazione. Per iniziare al meglio l’attività più naturale per il nostro corpo, seguiamo i consigli del personal trainer Francesco Cundò.

Per chi vuole correre, il momento ideale è la mattina, appena svegli. I vantaggi? La temperatura non troppo calda, strade meno trafficate e aria pulita. Senza contare che gli ormoni al mattino sono più ricettivi. Ma non ci sono controindicazioni per chi vuole correre alla sera, purché siano trascorse tre ore dal pasto.

Si può bere prima, durante e dopo la corsa. Ma sempre poco alla volta e a piccoli sorsi. L’idratazione è un mediatore fondamentale per i nostri processi chimici e correndo si perdono molti liquidi. Idratarsi serve anche a prevenire i crampi. L’integratore migliore? L’acqua, naturale, o in alternativa, un integratore salino.

Meglio correre a stomaco vuoto e consumare una buona colazione finito l’allenamento. “Quando corro - spiega Cundò - porto il sangue agli arti e lo distolgo dalla digestione, che risulterà difficile”.
Ma per non farsi prendere dalla crisi glicemica, soprattutto all’inizio, ci si può concedere un tè con qualche fetta biscottata (almeno 30 minuti prima) per poi ripetere lo spuntino dopo la corsa. Se si corre alla sera, evitate cibi pesanti e preferite una barretta energetica. Durante la corsa si perdono tante energie: recuperate a pasto con cibi ricchi di carboidrati e proteine.

Poche precauzioni

La corsa sollecita le articolazioni e la colonna vertebrale. Meglio optare, se si è in sovrappeso, per una camminata veloce finché non si è raggiunto il proprio peso-forma. Sconsigliata, ovviamente, anche in caso di patologie.

Il kit di base: le scarpe.

“L’unico capo da comprare in un negozio specializzato sono le scarpe” è l’imperativo di Cundò. La scarpa è fondamentale per la salute delle nostre articolazioni. La suola deve avere un buono spessore per ammortizzare l’impatto al suolo ed essere adatta all’appoggio del piede. La tomaia (ovvero la parte superiore della scarpa) deve essere morbida per seguire le curve del piede.

Fai il tuo programma di corsa

L’ideale è correre tutti i giorni, ma all’inizio prendi l’impegno di correre almeno tre volte alla settimana e aiutati con il nostro programma: acquisterai il giusto ritmo senza fatica.

SETTIMANA 1

  • lunedì: camminata veloce per 15 min
  • mercoledì: camminata veloce per 20 min
  • venerdì: camminata veloce per 25 min

SETTIMANA 2

  • lunedì: camminata veloce per 20 min
  • mercoledì: camminata veloce per 25 min
  • venerdì: camminata veloce per 30 min

SETTIMANA 3

  • lunedì: camminata veloce per 30 min
  • mercoledì: camminata veloce per 25 e 5 min di corsa
  • venerdì: camminata veloce per 20 e 10 min di corsa

SETTIMANA 4

  • lunedì: camminata veloce per 20 e 10 min di corsa
  • mercoledì: camminata veloce per 15 e 15 min di corsa
  • venerdì: camminata veloce per 10 e 20 min di corsa

SETTIMANA 5

  • lunedì: camminata veloce per 10 e 20 min di corsa
  • mercoledì: camminata veloce per 5 e 25 min di corsa
  • venerdì: 30 min di corsa

 

 

Francesco Cundò è laureato in Scienze Motorie, ex campione italiano di atletica leggera, è titolare dello Òstudios Training Center di Milano (www.personaltrainerostudios.com), ha svolto attività di docenza presso l’Università di Genova.

Condividi

Leggi anche