Cucina thai

Speciale Territorio

Cucina thai

La cucina thai è la quintessenza dell'armonia e del benessere, un'arte gastronomica che prende il nome di "rot chart" 

Nella cucina thai si distinguono quattro categorie di sapori: piccante, dolce, salato e aspro. Il piccante si ottiene con peperoncino, pepe, zenzero e aglio, curcuma e galanga. La giusta contrapposizione al piccante è il dolce, che si ottiene con zucchero di palma, miele, latte di cocco o cocco essiccato. La dolcezza nei piatti si ricava anche aggiungendo crostacei o frutti di mare, polpa di granchio o carni delicate, come il maiale o l’anatra. Il salato per un cuoco thai è salsa di soia o di pesce, gamberetti essiccati e ridotti in polvere e semi tostati, come arachidi e anacardi. Infine l’aspro o agro, il gusto più importante di questa cucina così fresca e profumata, si ricava con il succo di lime e di limone, l’aceto di riso, le foglie di combawa, detta anche keffir lime, foglie di citronella e naturalmente con la polpa di tamarindo. L'obiettivo di ogni preparazione thai è dunque l'equilibrio dei sapori, denominato 'rot chart', principio base di questa tradizione gastronomica alla continua ricerca dell'armonia degli ingredienti.

Leggi anche