Cuore di mamma

Cuore di mamma 11 maggio 2017

Il cuore della mamma è legato al cuore di ogni figlio da un filo sottilissimo, quasi invisibile. È grazie a questo filo che tutto ciò che accade ai figli fa succedere qualcosa nel cuore della mamma. Ma lo stesso filo deve essere capace di allentarsi, tendersi e allungarsi all’infinito per lasciarli andare!  
Quest’anno in occasione della festa della mamma ho voluto fare un regalo ai miei piccoli, perché ho trovato un libro – Cuore di mamma , edizioni La Nuova frontiera Junior – a dir poco delizioso sul legame profondo che c’è tra mamma e figlio. Le parole incontrate tra le pagine rispecchiano quello che ogni giorno vorrei dire ai miei figli e così ho portato a casa il libro per leggerlo insieme, accucciati vicini vicini sul divano. Il cuore della mamma, si sa, è un cuore grande che può contenere proprio tutto. “Non è solo un muscolo che batte di continuo. È un luogo magico dove succedono cose straordinarie… Il cuore della mamma è legato al cuore di ogni figlio da un filo sottilissimo, quasi invisibile. È grazie a questo filo che tutto ciò che accade ai figli fa succedere qualcosa nel cuore della mamma”. Questa è ciò che si può leggere nella prima pagina, al termine della quale ho guardato negli occhi i miei figli… Come non percepire quotidianamente quel “filo sottilissimo” che se teso, aggrovigliato o, ancor peggio, spezzato ci toglie il fiato, il sonno, l’appetito e il sorriso. È quel filo che ci rende euforiche se sappiamo che i nostri figli stanno bene; è ancora quel filo che “si rompe in mille pezzi” se il nostro cucciolo è triste. “Quando un figlio si ammala il cuore della mamma si copre di bolle… Ma torna a crescere appena il figlio si sente meglio”. Il cuore della mamma diventa bianco se il figlio fa un capitombolo, si gela se il figlio si perde nella folla. Il filo che lega i due cuori si aggroviglia se serpeggia l’incomprensione, quando non si riesce ad ascoltarsi e a raccontarsi.
Sul filo passa una nuvola se un figlio fa il maleducato, s’intristisce se si sta troppo tempo lontani. Il cuore della mamma mette artigli e denti affilati se il figlio è in pericolo, diventa un vulcano se il piccolo fa sciocchezze, ma si rilassa e batte più lentamente se si è in vacanza… è però su quel filo, e trovo bellissima quest’immagine, che noi mamme dovremo concentrarci, quel filo che ci tiene unite per sempre ai nostri figli, lo stesso filo che deve essere capace di allentarsi, tendersi e allungarsi all’infinito per lasciarli andare!

Ecco un'attività ispirata a questa bellissima e potente immagine del filo che ci tiene uniti in qualsiasi momento della vita.

Per fare questo lavoretto con i bimbi, prendete qualche cartoncino, una forbice, una bucatrice e recuperate qualche gomitolo di lana, per dar vita a dei cuori originali.
Disegnate sui cartoncini dei cuori di diversa grandezza e poi ritagliateli. (1)
Bucateli in diversi punti e fateli colorare ai bambini. (2)
Lasciate che i bambini passino dei fili di lana attraverso i fori dei vari cuori, poi appendenteli in giro per casa. Serviranno a ricordarvi ogni giorno il bene che vi volete a vicenda! (3)

Condividi

Leggi anche