È tempo di relax

È tempo di relax 20 marzo 2017

Via lo stress, prepariamoci alla primavera concedendoci un buon massaggio. Proviamo a scegliere quello che fa per noi attraverso le tipologie più conosciute: dal classico all’esotico, un viaggio attraverso il mondo.

Che sia rilassante, estetico, sportivo o riabilitativo, il massaggio è sicuramente una delle forme più antiche e naturali di terapia. Sistematizzato e codificato fin dai tempi più remoti, attraverso precise tecniche per rendere la stimolazione più efficace, si basa su principi scientifici e filosofici. Per esempio, la scienza medica cinese applica a esso le stesse teorie energetiche sulle quali si fondano l'agopuntura, la dietetica e la fitoterapia. Con l'aiuto degli esperti di benessere.com, facciamo una panoramica sulle tecniche più diffuse.
Il consiglio è comunque di affidarsi sempre a mani esperte e non improvvisate, meglio se presso centri specializzati che sapranno consigliare l’intervento più idoneo.

Non solo bellezza: ecco i benefici
Le virtù del massaggio sono innumerevoli. Innanzitutto, rilassa e questo consente al nostro organismo di rigenerarsi, riequilibrando il sistema nervoso e ormonale. Ma aiuta anche a potenziare il sistema immunitario, perché fa circolare il liquido linfatico (che elimina le tossine) all'interno dell’organismo.
Migliora la circolazione, grazie ai movimenti che spingono il sangue in direzione del cuore. Favorisce lo scambio del sangue contenente le tossine, con sangue nuovo ricco di elementi nutritivi. Elimina le cellule morte e favorisce l’assorbimento di elementi che nutrono la pelle. Solitamente il massaggio non presenta particolari controindicazioni, tuttavia in alcune situazioni (come in caso di lesioni e di patologie come febbre, infiammazioni, cardiopatie, malattie infettive) è meglio evitarlo o consultare un medico.

TIPOLOGIE
Linfodrenaggio

Svolge un ruolo fondamentale nel trattamento della cellulite, poiché sposta il liquido - che di solito si trova nella pelle o tra questa e i muscoli - dalla zona dove si è accumulato verso un'"uscita" attraverso i vasi linfatici. I movimenti devono essere delicati, lenti e vanno ripetuti più volte e senza uso di oli o creme perché le mani devono aderire alla pelle.

Shiatzu
Forma di terapia manuale nata in Giappone all'inizio del XX secolo.
Nello shiatsu, il terapista (shiatsuka) entra in relazione con il paziente attraverso il contatto manuale in modo da percepire lo stato di equilibrio energetico sul quale deve lavorare. La manipolazione è in genere molto piacevole e rilassante e consiste in trazioni e pressioni mantenute per alcuni secondi su aree precise, intervallate da mobilizzazioni dolci delle articolazioni.
 
Thai
È un massaggio medico praticato dai monaci buddisti della Tailandia e tramandato da maestro ad allievo da oltre 2.500 anni. Combina i punti di digitopressione della medicina cinese con uno stretching assistito ispirato allo yoga di derivazione indiana. Aumenta l’attività vascolare e promuove la liberazione dalle tossine e un'esplosione di energia.

Hawaiano
Tecnica che porta relax e armonia.
Il Lomi Lomi (“massaggio” in hawaiano) può essere effettuato da una o due persone, e usa principalmente le mani e gli avambracci. Attraverso una serie di movimenti lunghi e ritmici, distende la muscolatura e scioglie le articolazioni, risultando allo stesso tempo rilassante e tonificante. Ottimo per la circolazione.

Pietre calde
Praticato da millenni e tornato di moda di recente.
L’azione terapeutica si ottiene applicando sul corpo pietre basaltiche, vulcaniche, o provenienti dal letto di fiumi, in particolare dal Gange, riscaldate  in acqua calda. Le pietre rilasciano lentamente il loro calore sul corpo. A seconda del disturbo da trattare, all’azione della pietra viene associato il massaggio adatto e spesso la terapia è accompagnata dall’uso di oli o aromi. Controindicato per chi ha disturbi di fragilità capillare.

Venere
Eseguito con conchiglie di mare e polvere di perle, miscelata con polvere di latte.
Le perle sono ricche di sostanze benefiche per la pelle: contengono un complesso proteico che stimola il metabolismo cellulare, favorendo la produzione di elastina e collagene.
Sono inoltre ricche di calcio e oligoelementi, ottimi per la rigenerazione dell’epidermide. Le conchiglie sono molto adatte al massaggio: per ogni zona del corpo si utilizza una forma diversa. Le manovre con le conchiglie sono in genere carezzevoli, ampie e avvolgenti ma non mancano passaggi in cui si esercita un’azione più decisa e profonda, con il ricorso a tecniche di drenaggio linfatico e di stimolo per la circolazione sanguigna.

 

Condividi

Leggi anche