L'arte di essere fragili

Nati per leggere

L'arte di essere fragili

Il professore Alessandro D’Avenia - reso celebre dalla storia d’amore “Bianca come il latte, rossa come il sangue“, che ha avuto anche fortuna cinematografica - torna in libreria con le sue riflessioni sulle sue letture giovanili di Giacomo Leopardi.

È stato lo scrittore e critico letterario inglese Ford Madox Ford (al secolo Ford Hermann Hueffer, 1873-1939) a suggerire che, per scoprire in breve tempo se un libro ci piacerà, è bene aprire il volume a pagina 99. Se la narrazione è così intrigante da spingerci fino a pagina 100, abbiamo trovato il romanzo che fa per noi.

(…) Libero è l’uomo che assume la propria sorte come dono e compito, e rimane fedele a se stesso, perché ne va della possibilità di offrire agli altri la sua essenza, contrastando la vile prudenza che ci rende simili ad animali che hanno come unico obiettivo la conservazione della specie (…)

L'arte di essere fragili - come Leopardi può salvarti la vita
Alessandro D’Avenia, Mondadori, Pagg. 216, euro 19.

Leggi anche