Facciamo fiorire la nostra casa

Facciamo fiorire la nostra casa 15 aprile 2015

Vivete in appartamento, ma amate la natura?
È il momento di far fiorire un ambiente chiuso.

Non tutte le piante stanno bene all’aperto.
Alcune preferiscono di gran lunga gli ambienti riparati da sbalzi di temperature e intemperie. Vi suggeriamo alcune piante adatte a una vita da appartamento, facili da coltivare e che vi regaleranno tanti fiori.

La primula ha fiori bianchi, rosa, blu e rosso porpora. Preferisce luoghi luminosi, ma non il sole diretto. Teme le temperature poco elevate e va annaffiata regolarmente da giugno a ottobre. In estate, quando la pianta entra in riposo vegetativo, meglio sospendere o diradare le innaffiature. Il terreno deve essere soffice e ben drenato.

Tenero, profumatissimo e grazioso, il giacinto è forse il fiore che meglio si è adattato alla vita da appartamento. Fiorisce in primavera e ha poche esigenze: si
accontenta di un vasetto d’acqua, purché il bulbo non entri a contatto con il liquido. Se lo acquistate ora, scegliete quelli con la spiga floreale già ben in vista: in pochi giorni si apriranno. Finita la fioritura dovrà però essere messo in un vaso con terra, avendo cura di staccare i fiorellini secchi, ma lasciando intero stelo e
foglie. Per interrarlo va bene il terriccio universale, con aggiunta di stallatico e sabbia. Poi collocatelo in una zona luminosa, ma non riscaldata. Bagnate poco. Solo quando stelo e foglie seccheranno del tutto potrete tagliarle e smettere di bagnare il bulbo.
Sarà così pronto per la prossima primavera.

Una casa in pieno fiore
Fioriscono bene in casa anche la gerbera, con fiori bianchi, rossi, gialli, rosa, viola; le margherite perenni, i cui capolini fanno da contorno a un grande bottone giallo chiaro; l’azalea, una pianta che dura a lungo se annaffiata con acqua piovana o con acqua distillata; l’ornitogallo, una bulbosa color del sole, che dopo la fioritura entra in riposo vegetativo per rifiorire la primavera successiva; la calceolaria, una piantina che produce caratteristici fiori a forma di sacchetto di colore giallo, arancio o rosso con punteggiature o variegature in colore contrastante; la kalanchoe o calancola, una pianta grassa che non richiede particolare cure e facile
da coltivare; la begonia, una tra le più belle piante da appartamento.

Violette e primule candite
Se avete in casa viole mammole o primule selvatiche, con un po’ di acqua e zucchero potrete preparare dei canditi. Lavate i fiori con il gambo, fateli asciugare su un canovaccio, poi pesateli e prendete un’uguale quantità di zucchero. Mettete lo zucchero in un pentolino con qualche cucchiaio di acqua e fatelo sciogliere dolcemente.
Mescolate continuamente e non fatelo scurire. Poi immergete i fiori tenendoli per il gambo e poneteli ad asciugare su carta da forno unta con olio. Ottimi come decorazioni o sfiziosi fine pasto.

 

Condividi

Leggi anche