Litigare fa bene

Litigare fa bene 18 maggio 2017

I litigi fra bambini sono occasioni di crescita cognitiva, emotiva e sociale
C’è un gruppetto di bambini sui 4-5 anni che gioca al parco raccogliendo legnetti, foglie e fiori. Improvvisamente, il coro di voci allegre si trasforma in capriccio: uno di loro ha strappato un ramo dalle mani di un altro.
Tra i bambini di età prescolare, questi episodi sono piuttosto frequenti, perché con l'inizio della scuola materna cominciano i primi momenti di condivisione: un momento prima regna la pace, poi basta una manciata di minuti perché sembri che i due amici non si sopportino già più. I motivi del contendere sono semplici e molteplici, ma si ripetono: i bimbi vogliono giocare con gli stessi giocattoli, desiderano lo stesso ruolo ì in un gioco di gruppo, ecc. Ma è anche vero che gli stessi bimbi hanno notevoli capacità di autoregolarsi. Spesso l’intervento dell’adulto è inopportuno, perché impone una soluzione lontana da quella che naturalmente i bambini troverebbero da soli, con le loro capacità  creative. Se abituiamo i nostri figli a gestire e provare a risolvere da sé i contrasti con gli altri, permettiamo loro di sviluppare tre sani principi:

  • il confronto con la realtà, adattando bisogni e desideri personali a quelli del contesto esterno;
  • la consapevolezza che esistono anche emozioni e punti di vista altrui;
  • il pensiero creativo/ divergente, che spinge alla ricerca di soluzioni che accontentano entrambe le parti.

Questo li aiuterà a riconoscere se stessi come diversi dagli altri, a scoprire i propri limiti e i punti di forza, a gestire la differenza tra violenza e possibilità di esprimere le proprie idee.
È meglio che il genitore osservi i comportamenti dei bambini da lontano, avvicinandosi solo se il contrasto degenera, senza però togliere loro la possibilità di trovare da soli una soluzione e soprattutto senza colpevolizzare nessuno.
Altrimenti potremmo ottenere l’effetto contrario: appena mamma e papà si voltano, il bimbo ricomincia la zuffa!

Condividi

Leggi anche