Tra colline e grandi piazze

Speciale Territorio

Tra colline e grandi piazze

Dolci colline, a due passi da una città ricca di arte, che racchiudono secoli di storia e regalano totale relax. La meta ideale per una pausa rigenerante, prima dell'estate.

Padova e i Colli Euganei sono una terra ricca di arte, storia, cultura e di bellezze naturali. Nella meravigliosa Cappella degli Scrovegni, Giotto dipinse il suo più completo e celeberrimo ciclo di affreschi. Prato della Valle è seconda in Europa per estensione solo alla piazza Rossa di Mosca. Piazza delle Erbe (tradizionale sede di feste popolari) ospita lo splendido Palazzo della Ragione e, con Piazza della Frutta, compone il cuore pulsante delle attività commerciali della città, poiché uno dei più grandi mercati d'Italia si svolge proprio in queste due piazze. L’Università cittadina è tra le più antiche d’Italia (dal 1222). Questi sono solo i principali punti d’attrazione di una città con oltre 3mila anni di storia. Ma è la zona Sud della provincia a regalare gli scorci paesaggistici più belli, grazie ai panorami naturali dove sono incastonate ville, abbazie, borghi antichi. Amati da poeti e scrittori fin dai tempi antichi, i Colli Euganei sono la meta perfetta per una vacanza a contatto con la natura, immersi nel verde e nella dolcezza dei profili collinari, che non superano i 600 metri di altitudine. Primo parco regionale del Veneto, i Colli Euganei sono una sorta di arcipelago collinare, dove - grazie alla particolare morfologia del territorio - si concentra un incredibile numero di specie botaniche, che vanno dal castagno al fico d’India, passando per splendide orchidee, vitigni e oliveti. Scoprire tutte queste specie a piedi o in sella a una mountain bike è il modo migliore per concedersi una pausa di relax in vista dell’estate.
 
TRADIZIONE ENOGASTRONOMICA
Olio e vino sono i prodotti più tipici della tradizione enogastronomica di Padova e dei Colli Euganei. Ottimi i primi piatti, dai risotti (come quello con gli asparagi), alle paste fatte in casa come i bigoli al torchio, o le minestre con le erbette spontanee, come il luppolo. I secondi con le carni degli animali da cortile: la gallina padovana la fa da padrona, insieme alla faraona, all’oca, all’anatra e al piccione. In questa zona si coltivano i piselli, che vengono poi impiegati in risotti e minestre. Notevole è poi la produzione di miele, soprattutto quello di castagno. All’inizio dell’estate le ciliegie che qui maturano copiose arricchiscono i dessert delle tavole padovane. Dei Colli Euganei sono anche le giuggiole, con cui si fa il famoso brodo, un liquore di antiche origini. Questi piccoli frutti dolci come mele, originari della Siria, oggi sono uno dei simboli di Arquà Petrarca.
 
VINI
Definiti nel 1770 dal geologo inglese John Strange “isolati come scogli nel mare”, i Colli Euganei, tutelati con l’istituzione di Parco Regionale, hanno origine vulcanica, caratteristica molto importante per la produzione di vini di qualità. Sul territorio sono piantati molti vitigni internazionali, che danno sia vini bianchi sia rossi tutelati come DOC, come il pinot bianco, lo chardonnay, il merlot, il cabernet e il carmenere; a questi si affiancano alcune varietà autoctone, preservate grazie al lavoro tenace di qualche contadino, come la Pinella o la Serpina, da cui si ottengono vini bianchi leggeri e frizzanti. Ma il vero gioiello della zona è il Colli Euganei Fior d’Arancio, a base di uva Moscato Giallo: tutelato con la DOCG, può essere realizzato nelle versioni fermo, passito e spumante, queste ultime due molto indicate per accompagnare la pasticceria secca. (V.V.)
 
TRE MERAVIGLIE 
Arquà Petrarca, uno dei borghi più belli d’Italia, dove sono conservate le spoglie del Poeta.
 
Una visita al teatro anatomico, la più antica struttura permanente al mondo per lo studio dell'anatomia.
 
Chicchi di storia sono racchiusi nel Caffè Pedrocchi di Padova, uno dei simboli della città.
 
LE TERME
I Colli Euganei abbracciano il più grande polo termale d’Europa, che affonda le sue radici in epoche antichissime. L’acqua sgorga a una temperatura di 87 gradi, arricchita di sali minerali, dopo aver percorso un lungo viaggio dai monti Lessini. Tra Abano, Montegrotto, Galzignano, Battaglia e Teolo, ci sono oltre cento hotel e 220 piscine termali, che effettuano trattamenti terapeutici ed estetici a base
di acqua salso-bromo-iodica e fanghi termali, vero toccasana per chi soffre soprattutto di dolori articolari. A Montegrotto, inoltre, si può trovare la piscina più profonda del mondo, dove sub di tutto il mondo si allenano per le immersioni in apnea. L’acqua termale che la compone viene mantenuta a una temperatura tra i 32 e i 34°C: l’ideale per immergersi senza la muta.
 
 
DOVE MANGIARE
  • Tolin Macelleria con cucina via Chiesa 6 Lozzo Atestino +39.042994144 www.macelleriatolin.it
  • Antica trattoria Ballotta via Carromatto, 2 Torreglia +39.0495212970 www.ballotta.it; info@ballotta.it
 
DOVE ALLOGGIARE
  • Podere Villa Alessi Via San Pietro, 6 - Faedo di Cinto Euganeo +39.0429634101 www.villalessi.it; info@villalessi.it
  • Hotel Villa del Poeta Via Zane, 5 - S.P. 21 del Poeta Arquà Petrarca +39.0429777918 www.hotelvilladelpoeta.it; hotelvillapoeta@gmail.com
LIBRI A TEMA
Un grande classico dell’Ottocento e un romanzo attuale, ma ambientato nel Cinquecento, per viaggiare con la mente nel Veneto del passato
  • ULTIME LETTERE DI JACOPO ORTIS di Ugo Foscolo Ed. Einaudi, € 10,00
  • LA RAGAZZA DEL GHETTO di Sabino Acquaviva Ed. Marsilio, € 18,00
PADOVA E PAM PANORAMA
Padova è una città speciale per Pam Panorama: è infatti stata la sede del primo supermercato Pam d’Italia, aperto al pubblico il 13 dicembre 1958. Quest’anno ricorre il 60° anniversario dell'azienda.
PAM:
PAM LOCAL:
 

Leggi anche