Tutti in sella

Tutti in sella 15 marzo 2016

La primavera ci invita alle gite fuori porta: bando alla pigrizia e mettetevi in forma con salutari biciclettate. Il modo più divertente per ricominciare a fare sport.
Niente di meglio che una sana pedalata per rimettere in moto il nostro corpo dopo la pausa invernale: sole e aria frizzante sono validi alleati delle due ruote. E non serve essere dei professionisti. Ottimo allenamento anche per principianti, la bici permette un’intensa attività aerobica che sollecita diversi gruppi muscolari, snellisce e tonifica il corpo. Sia che siate amanti della corsa sia del fuoristrada, ecco alcuni consigli per gli aspiranti ciclisti.

Scegliamo la bici 
Country, mountain, da città o da corsa, scegliere la bicicletta giusta è importante: dipende dalle distanze e dalle strade che si intende affrontare. Per prima cosa cercate di identificare chiaramente i vostri bisogni per fare la scelta più adatta.

Mountain bike
Come indica il nome, è ideale per avventurarsi fuori dalla città e dai sentieri battuti. Ne esistono diversi modelli: con forcella anteriore, con ammortizzatori, con copertoni grossi... meglio farsi consigliare da un esperto.

Polivalente o country bike
Adatta a città e campagna, asfalto e sentieri non impegnativi.

Da città o city bike
Utile per andare al lavoro o a scuola, è più leggera e dotata di grandi ruote e copertoni piuttosto sottili, perfetti per poter pedalare facilmente sull’asfalto.

Da strada o da corsa
Per fare sport e andare molto veloce, ha generalmente ruote 700 (circa 28 pollici) e copertoni molto sottili, per limitare l’attrito sull’asfalto, e pedalare più facilmente e velocemente.

Mettiti alla prova con il bike-test
Volete mettere alla prova la vostra forma fisica? Provate il bike-test: percorrete 28 km in un'ora (25 km per le donne) con una bici da corsa o sportiva in buone condizioni, in un percorso mediamente in piano. Se lo fate senza difficoltà, siete pronti a qualunque percorso!

Via agli allenamenti! 
Una buona tabella di allenamento per prendere confidenza con le due ruote dovrebbe partire da pedalate di circa 30 minuti 2 o 3 volte alla settimana, mantenendo un’andatura costante e sostenuta, su percorsi pianeggianti. Pausa dopo i primi 10 minuti per praticare esercizi di stretching alle gambe e ripresa dei pedali per 20 minuti, ricordando di rallentare per il defaticamento negli ultimi 5 minuti. Terminare con esercizi di stretching. Ogni due settimane aumentare la durata dell’allenamento ed eventualmente la pendenza della strada.

Abbigliamento giusto! 
Aspetto da non sottovalutare nelle stagioni più fresche è la scelta dell’abbigliamento, per non rischiare brutte infreddature. Sopra i 25°C l’equipaggiamento base deve comprendere un pantalone con apposita imbottitura, una maglietta tecnica (sconsigliate le magliette di cotone) e una giacchetta antivento. Per temperature più rigide occorrerà aumentare il peso degli indumenti e indossare pantaloni lunghi in inverno.

A Pasquetta, tutta la famiglia in bicicletta 
Alcuni percorsi facili, su piste riservate ai ciclisti, da percorrere in sicurezza. Per altri consigli potete consultare www.bikemap.net, biciviaggi.it o bikeitalia.it.

Lombardia
Lungo il Naviglio della Martesana: da Milano era l'antica via di collegamento con Lecco, con le sue ville patrizie. Costruito in soli tre anni a partire dal 1475 da Francesco Sforza, il canale artificiale era una importante via per il Lago di Como. Bel paesaggio, strada pianeggiante e numerosi punti per rifornirsi d’acqua lungo il percorso.

Veneto
Anello fluviale di Padova: è il giro tutt'attorno alla città percorrendo gli argini dei fiumi e dei canali artificiali scavati nel corso dei secoli. Una delle più belle e interessanti escursioni, dalle notevoli valenze naturalistiche. Si sviluppa su pista ciclabile.

Toscana
Nelle terre del Barone Ricasoli: l’itinerario parte da Gaiole in Chianti e si sviluppa nel cuore del Chianti tra nobili vigneti e castelli lungo un percorso ondulato che, però, risparmia da impegnative pendenze. Strada asfaltata.

Lazio
Pista Tiberina: è la pista più lunga di Roma e si dirama lungo l'argine del Tevere entro i confini della circonvallazione, fra la zona di Castel Giubileo e il ponte di Mezzocammino. Lungo la strada chiese, torri, campanili, ponti, forti e vari luoghi di interesse.

Liguria
La vecchia ferrovia che collegava Imperia a Sanremo è stata convertita in pista ciclabile sul lungomare. Viste mozzafiato per il percorso che, da San Lorenzo al Mare (Im) ha anche visto la partenza del Giro d’Italia 2015.

Condividi

Leggi anche