Alla scoperta dell'universo marino

Vita in famiglia

Alla scoperta dell'universo marino

Gli acquari d’Italia consentono un vero e proprio viaggio nei sette mari senza spostarsi troppo da casa propria e senza rischi. Una gita ideale con i bambini di tutte le età.

Un viaggio negli abissi più profondi, per scoprire la ricchezza dell’universo marino stando con i piedi all’asciutto. La visita a un acquario e un’occasione unica per conoscere da vicino scenari naturali ed ecosistemi lontani da noi. L’acquario è educazione, conoscenza, divertimento. Visitarlo insieme ai più piccoli è un momento magico. Musei viventi dove ammirare i pesci più insoliti da molto vicino.
Nelle vasche tattili è possibile addirittura accarezzarli, ma non dar loro da mangiare. Vietato anche interrompere la tranquillità marina battendo sui vetri o scattando foto con il flash e facendo riprese con telecamere e faretti. E, per un giorno, anche i nostri amici a quattro zampe, benché generalmente ammessi se di piccola taglia, sarebbe meglio che non venissero con noi.

ACQUARIO DI LIVORNO: anche insetti, rettili e anfibi.
Le 33 vasche dell’acquario di Livorno ospitano circa 2.000 animali di 300 specie diverse, tra cui squali zebra, cavallucci, meduse, due pesci Napoleone che si addormentano tra i coralli, pesci scorpione e pesci chirurgo. Pesci e non solo, perché a Livorno è stata allestita anche una sala dedicata a “Un nuovo Mondo”, fatta di insetti, rettili e anfibi, dove ammirare il camaleonte, l’insetto stecco e la rana freccia.

ACQUARIO DI GENOVA: il più famoso.
Pesci marini, anfibi, rettili, animali di foreste pluviali, pesci d’acqua dolce. All’acquario di Genova non manca proprio nessuno. Nato in occasione dei 500 anni della scoperta dell’America, è il secondo acquario più grande d’Europa. 27mila metri quadrati di superficie espositiva che ospitano oltre 12mila animali da tutti i mari del mondo. Quello dell’acquario di Genova è un mondo in continua evoluzione: visitarlo significa fare un’immersione
totale nell'universo marino. Ogni volta in modo diverso e unico.

ACQUARIO CIVICO DI MILANO: Art Nouveau e stile Liberty.
Fondato in occasione dell’Esposizione Internazionale del 1906 e ospitato in uno splendido edificio liberty, ancora oggi l’acquario civico è l’oceano dei milanesi. Aule didattiche, sale per le mostre, una grande biblioteca tra le più belle e importanti d’Europa nel settore, e grandi vasche. Su tutte la ‘vasca mediterranea’, che fa sentire il visitatore parte dell’abisso marino.

ACQUARIO DI JESOLO: camminando tra gli squali.
SeaLife è il grande acquario interattivo di Jesolo, con 30 vasche tematizzate e 5.000 esemplari di oltre 100 specie acquatiche da tutti i mari del pianeta. Una visita a SeaLife permette di fare un viaggio in tantissime ambientazioni differenti, dalle acque locali a quelle dell’Oceano Indiano. Imperdibile il tunnel subacqueo, dove gli squali nuotano tutto attorno ai visitatori.

CATTOLICA E RICCIONE: una flotta affacciata sul mare.
Inserito in una struttura che ricorda una flotta navale, costruita per essere una colonia di figli di italiani all’estero, l’acquario di Cattolica dà sul mare e si estende su un’area di 110 mila metri quadrati. È il più grande acquario dell’Adriatico, con 2 milioni e mezzo di litri d’acqua marina in cui nuotano 3000 esemplari di 400 specie diverse. Poco lontano anche il parco di Oltremare a Riccione, con la Laguna dei delfini più grande e bella d’Europa.

NAPOLI E SIRACUSA: tartarughe e pesci amazzonici in mostra.
È a Napoli l’acquario più antico d’Italia, fondato nel 1872 da Anton Dohrn. 23 vasche in pietra vulcanica che ospitanopiù di 200 specie ittiche, oltre a un centro per la cura delletartarughe Caretta Caretta. All’acquario tropicale di Siracusa, invece, si possono ammirare pesci tipici di luoghi d'acquadolce come laghi africani e fiumi amazzonici.

Leggi anche