Per aggiungere un contenuto alla tua lista dei preferiti devi prima accedere con il tuo utente!

Feng Shui: in casa regna l'armonia

Casa dolce casa

Feng Shui: in casa regna l'armonia

Un’antica disciplina cinese ci insegna a organizzare lo spazio abitativo e lavorativo per far in modo che il Chi, ovvero l’energia, possa fluire armoniosamente, allontanando stress e malumori.

Relax, ricarica energetica e benessere in casa? Secondo l’arte orientale del Feng Shui disporre mobili e oggetti in determinati modi incrementa le influenze positive e annulla quelle negative. Quest’antica arte cinese si basa sullo studio della natura e delle interazioni tra uomo, ambiente e destino: ogni individuo può creare spazi abitativi armonici che permettano
di interagire più serenamente con le situazioni da affrontare. Un benessere psicofisico che si ripercuote sulla salute, sulle relazioni umane e su una maggiore produttività. Vediamo come arredare seguendo i principi del Feng Shui.

Soggiorno.

Il salotto è spesso un ambiente multifunzione dove rilassarsi, chiacchierare, guardare la televisione o leggere. Qui gli elementi di arredo essenziali per il Feng Shui sono un grande tavolo, un elemento caratterizzante (come uno schermo televisivo, un caminetto o una stufa) e un’area relax composta da divani e poltrone. Quest’ultima zona dovrebbe essere l’area più protetta della stanza, priva percorsi di passaggio, che causerebbero scontro di opposti (movimento/stasi).

Camera da letto.

Per il Feng Shui la funzione di questa stanza è di proteggerci mentre dormiamo e favorire il recupero delle energie. La camera da letto è un ambiente privato (yin, freddo), da bilanciare con arredi e materiali morbidi e caldi (cuscini, tende, sedie imbottite, tappeti). Il letto dovrebbe avere una testata solida ma accogliente. Al contrario, sono sconsigliate le strutture in metallo. Da evitare anche le piante, in particolare le specie che crescono in altezza, perché potrebbero facilitare l’infedeltà o le paure notturne.

In cucina.

La cucina è un ambiente riservato alla famiglia per la preparazione dei cibi e per consumare i pasti: dovrebbe essere molto illuminato e asciutto,se possibile esposto a Sud. Il lavello e il frigorifero (freddo, yin) hanno una funzione opposta ai fuochi e al forno (caldo, yang), quindi non dovrebbero essere installati vicini, così come il forno non dovrebbe essere fissato sopra il frigo. Nelle cucine lunghe e strette, bisogna evitare di posizionare forno e fornelli di fronte a lavello/frigorifero perché si creerebbe uno scontro tra caldo e freddo, che contribuirebbe all’insorgere di litigi familiari.

Il bagno.

Secondo il Feng Shui, il wc dovrebbe essere posizionato nell’angolo più riparato del bagno, per esempio dietro la porta. Se è complicato modificare la posizione dei sanitari,
si può rimediare introducendo una tenda, un paravento o un complemento di arredo per appendere vasi con piante a sviluppo ricadente (ad esempio, Chlorophytum, Cissus rhombifolia, Hedera helix), in modo da creare maggiore privacy a chi lo utilizza.

Il corridoio.

Il corridoio lungo e stretto fa accelerare il Chi (l’energia) in modo eccessivo. Occorre quindi interrompere l’allineamento. Per rimediare possiamo trasformarlo con qualche elementi d’arredo, a iniziare dallo specchio da posizionare su uno dei lati del muro, mai di fronte alla porta d’ingresso perché il riflesso di quest’ultima respingerebbe il Chi. Possiamo poi ricorrere a una vetrata, una tenda o spezzare la linearità del corridoio con elementi differenti lungo le pareti (quadri, sedie, appendiabiti, piante).

Leggi anche