Per aggiungere un contenuto alla tua lista dei preferiti devi prima accedere con il tuo utente!

In salute con le tisane dell'inverno

In salute con le tisane dell'inverno 8 gennaio 2016

Nella stagione fredda è importante ricordarsi di bere e mantenere il giusto livello di acqua nel nostro corpo per combattere e allontanare infiammazioni e mali di stagione.

L’acqua è essenziale per la vita e mantenere l’idratazione è fondamentale per le prestazioni fisiche e mentali. Non solo in estate, quindi, è fondamentale bere molto. in inverno l’abbassamento delle temperature può ridurre la sensazione di sete portandoci a non assumere abbastanza liquidi. Ma sarebbe un errore. Con l’aiuto della dottoressa Maria Corgna, endocrinologa e tra i massimi esperti in psico neuro endocrino immunologia (www.mariacorgna.it), vediamo perché è importante bere e quali sono i passi da fare per mantenere una corretta idratazione.
“L’idratazione – spiega Corgna – è un parametro fondamentale per valutare il nostro stato di salute. L’acqua nel nostro corpo deve essere sempre compresa tra il 58 e il 60 per cento.
Ma le infiammazioni, frequenti d’inverno, possono portare a una relativa disidratazione. Il suggerimento è di valutare sempre lo stato d’idratazione del corpo, anche durante una normale visita medica”. Tutte le volte che l’acqua nel nostro corpo si riduce può, infatti, essere spia di uno stato infiammatorio o di intossicazione generale dei tessuti. Avere un buon livello d’idratazione garantisce quindi la salute, poiché c’è minore possibilità di contrarre influenze stagionali o infiammazioni.
 
Quanto è necessario bere?
I classici 2 litri al giorno sono l’ideale, ma dipende dal peso di ciascuno. La regola, infatti, è assumere circa 25-30 ml di acqua per kg di peso. Chi ha un peso di 50 kg dovrebbe assumere circa 1,5 litri circa, chi ne pesa 80 dovrebbe arrivare a 2,5 litri. È importante idratarsi continuativamente, magari a piccole dosi, ma in modo frequente”.
 
Che cosa bere?
“L’ideale sarebbe bere tisane di acqua calda e limone – consiglia Corgna –, poiché il limone ha un potere alcalinizzante ed è quindi un antinfiammatorio naturale”. Per variare, però, possiamo assumere due o tre tazze al giorno di tisane.
 
QUALCHE CONSIGLIO DA SORSEGGIARE
 
Tisana al tarassaco
Il classico fiore ‘dente di leone’ depura il fegato e aiuta la diuresi. Favorisce la digestione dei cibi, aiutando anche a tenere regolati i livelli di glucosio, colesterolo e trigliceridi nel sangue. Mettere 5 g di foglie essiccate in 150 ml d’acqua bollente. Lasciare in infusione per circa 10 minuti. Consumare 1-3 volte al giorno.
 
Tisana al rosmarino
Lasciare in infusione per 10-15 minuti una manciata di aghi per ogni tazza di tisana. Ha forte presenza di antiossidanti. Aiuta le vie respiratorie a trarre giovamento e contribuisce a ridurre il glucosio nel sangue e a smaltire le tossine accumulate nel fegato.
 
Tisana echinacea
Aiuta a rafforzare le difese immunitarie.
È bene assumerla nei cambi di stagione, soprattutto per trattare raffreddori, influenze e infezioni. Si utilizzano le radici essiccate (in erboristeria).
La cura preventiva prevedel’assunzione di 2-3 tazze di tisana al giorno per 3 settimane. In caso di influenza, berne almeno 3 tazze al giorno.
 
Tè verde biologico
Ricchissimo di antiossidanti naturali, è consigliato per il suo potere antinfiammatorio. Mettere 2 g di tè sul fondo di una tazza e versarvi acqua bollente.
Lasciare in infusione per 2-3 minuti e filtrare. Bere una tazza ogni mattina a digiuno.
 
Acqua, zenzero e limone
Bollire dell’acqua con radice di zenzero grattugiata. Quando l’acqua bolle, spegnere il fuoco e fare intiepidire.
Quindi spremere in essa il succo di due limoni. Buona sia calda che fredda ha il potere di unire i benefici di entrambi gli ingredienti e tenere lontani i mali di stagione.
 
Tisana cardo
Il cardo ottimizza le difese immunitarie.
Il cardo mariano libera da scorie e tossine il fegato affaticato e rinnova i tessuti logorati dagli eccessi delle feste. Bere una tazza di tisana dopo i pasti principali. Lasciare in infusione per 10 minuti 30 g di cardo essiccato (si acquista in erboristeria) in 1 litro d’acqua.

 

Condividi

Leggi anche