Per aggiungere un contenuto alla tua lista dei preferiti devi prima accedere con il tuo utente!

Zucchine in fiore

Zucchine in fiore 5 luglio 2015

Tra le verdure più versatili, quest’ortaggio ha mille utilizzi in cucina. Dai frutti ai fiori, passando anche per i gambi: tutto è delizioso e ricco di virtù.

È arrivata la stagione giusta per raccoglierle e gustarle in mille modi diversi, con ricette sempre facili e veloci. Sì, perché le zucchine hanno davvero una grande versatilità in cucina e cuociono in poco tempo, oltre ad avere tante benefiche virtù, non solo nei frutti ma anche nei fiori. Chi non li ha mai assaggiati in pastella o ripieni non sa che cosa si è perso. 
Anche le foglie giovani e tenere della zucchina sono commestibili: basta scottarle e cucinarle come qualsiasi altra verdura verde.
La zucchina appartiene alla famiglia vegetale delle cucurbitacee, le varietà in commercio sono molto numerose e, in molto casi, prendono il nome dal luogo in cui vengono coltivate.
Le più conosciute sono la “nana verde di Milano”, la “zucchina bolognese”, la “tonda di Firenze” e la “grigia genovese”. Scopriamo meglio le loro virtù.
 
Amiche della dieta
 
Le zucchine sono povere di calorie: solo 8-11 Kcal per 100 g. Infatti, sono composte per il 92% da acqua, dal 3,3% da carboidrati, dal 2,7% da proteine; contengono potassio in grande quantità, fosforo, sodio, magnesio, calcio, ferro, zinco, rame e manganese. Sul fronte delle vitamine troviamo la vitamina A, le vitamine B1, B2, B3, B5, B6 e la vitamina C.
Per la loro composizione ricca e salutare sono quindi presenti in tutte le diete dimagranti. L’alta digeribilità le rende adatte anche allo svezzamento dei neonati.
 
Una cura per la tintarella
 
Depurative, diuretiche e antiossidanti, le zucchine hanno un’elevata concentrazione di vitamine A, E e C, ma anche di potassio, proteggendo così l’organismo dai radicali liberi.
Ma c’è di più: grazie al contenuto in caroteni favoriscono l’abbronzatura, mentre le vitamine e l’acido folico preservano dall’invecchiamento della pelle.
I semi di zucca e zucchine crudi poi hanno capacità anti infiammatorie.
Come ogni vegetale, sarebbe consigliato mangiarle crude per non disperdere le loro benefiche virtù. Ma si può scegliere anche di cuocerle al vapore. Cotte o crude sono comunque una fonte di benessere e non devono mai mancare dalle nostre tavole. Tanto più che la loro versatilità le rende adatte ad accompagnare ogni piatto.
 
Scegliamo quelle giuste
 
Sapevate che le zucchine si consumano acerbe?
Vengono raccolte quando sono lunghe circa 20 cm.
Occorre attenzione per valutare la freschezza di una zucchina prima di acquistarla: deve presentarsi dura al tatto e con la buccia lucida; se hanno ancora il fiore, dal suo aspetto è più facile capire se le zucchine sono fresche o meno.
 
Come conservarle
 
Le zucchine possono essere tenute in frigorifero dopo essere state lavate e asciugate per circa una settimana, sebbene sia preferibile consumarle nell’arco di due-tre giorni.
Al momento del consumo la pelle non va levata, è sufficiente tagliare via le due estremità.
Si possono conservare in congelatore: occorre sempre lavarle e asciugarle bene, dopodiché vanno tagliate a fette spesse un centimetro, passate in acqua bollente per un minuto, lasciate raffreddare e riposte poi in un apposito contenitore.
 
Persino nelle torte
 
Frullate e inserite crude nell’impasto, non guastano il sapore della torta, ma le regalano una consistenza soffice e morbida.
 

Condividi

Leggi anche