PORTATE
  • TIPOLOGIE
  • SPECIALI
  • RICETTE DAL MONDO
  • FESTIVITà
  • TRADIZIONE ITALIANA
  • LE SETTIMANE A TEMA
  • IN SALUTE E IN FORMA
  • Menu per due che profuma di Liguria

    SPECIALI

    Menu per due che profuma di Liguria

    Orzotto mantecato con robiola e pesto ed a seguire una calda focaccia per una serata profumata di Liguria ed an- che un po’ street food, imitando la più blasonata Focaccia di Recco. Due segreti per due piatti perfetti: sciacquare sempre i cereali con acqua fredda e stendere sottilmente la pasta, senza romperla, prima di farcirla con la cre- scenza o lo stracchino. Servite la focaccia appena sfornata, magari accompagnandola con un po’ di pesto.

    Difficoltà: semplice   ‐   Cottura: 20'   ‐   Preparazione: 20'   ‐   Prezzo per persona: meno di 4,00€

    Ingredienti:

    Per l’orzo mantecato alla robiola

    • 160 g di orzo perlato Bio Vedi
    • 40 g di robiola Pam Panorama  
    • 1 cucchiaio di pesto alla genovese senz’aglio Pam Panorama Vedi
    • 1/2 cucchiaio di pinoli Pam Panorama Vedi
    • Brodo vegetale
    • Olio extra vergine d’oliva fruttato Bio
    • Sale iodato finissimo Pam Panorama 
    • Pepe nero di mulinello

    Per la focaccia con la crescenza

    • 200 g di stracchino Pam Panorama Vedi
    • 300 g pasta per pizza pronta Pam Panorama Vedi
    • Sale iodato finissimo Pam Panorama 
     
    Preparazione:



    Per l'orzo
    Sciacquare l’orzo sotto l’acqua corrente fredda.
    Cuocere l’orzo come fosse un risotto, utilizzando il brodo bollente e seguendo le indicazioni del produttore (foto 1).
    Tostare i pinoli in una padella antiaderente (foto 2).
    Lontano dal fuoco mantecare con la robiola (foto 3) e il pesto (foto 4).
    Servire con una macinata di pepe nero e con i pinoli tostati (foto 5).

    Per la focaccia
    Accendere il forno statico a 230°.
    Stendere con un matterello la pasta per pizza ottenendo una sfoglia sottile (foto 6).
    Foderare con carta forno una teglia.
    Con una spatola distribuire sulla metà della superficie della pasta lo stracchino, lasciando liberi i bordi (foto 7).
    Piegare a metà la pasta, sigillando i bordi con uno smerlo (foto 8).
    Infornare, abbassare la temperatura a 220° e cuocere per 15’-20’ o fino alla doratura (foto 9).
    Sfornare e servire immediatamente, accompagnandola con un cucchiaino di pesto, se si desidera.



     





    Condividi