PORTATE
  • TIPOLOGIE
  • SPECIALI
  • RICETTE DAL MONDO
  • FESTIVITà
  • TRADIZIONE ITALIANA
  • LE SETTIMANE A TEMA
  • IN SALUTE E IN FORMA
  • Pasta alla carbonara

    PORTATE

    Pasta alla carbonara

    Al di là delle apparenze, la carbonara non è un piatto semplice. Le regole sono poche, ma chiare: solo tuorli crudi, guanciale, pecorino romano (alcuni ammettono una parte di parmigiano) e abbondante pepe macinato al momento. Esistono poi diatribe sul formato di pasta più adatto: gli spaghetti sono i preferiti, ma alcuni ritengono che il migliore abbinamento sia con la pasta corta, come i rigatoni. Non fanno parte della ricetta tradizionale l’uso della panna, cipolla o aglio, olio o burro per soffriggere il guanciale e neppure l’uso della pancetta al suo posto.

    Difficoltà: media   ‐   Cottura: 15 min   ‐   Preparazione: 15 min   ‐   Prezzo per persona: meno di 2,00 €

    Ingredienti:
    Dosi per 4 porzioni.
    • 320 g spaghetti N. 5 Pam Panorama
    • 3 uova Bio Pam Panorama
    • 50 g pecorino romano grattugiato Pam Panorama
    • 120 g di guanciale
    • q.b. pepe nero
    • q.b. sale
    Preparazione:
    In una ciotola mettete i tuorli d’uovo, aggiungete il pecorino grattugiato, quindi una generosa dose di pepe. Con una frusta, sbattete bene il tutto fino a ottenere un composto omogeneo. Tagliate il guanciale a fettine spesse 3 mm circa, poi tagliate le fettine in striscioline di circa 1 cm. Mentre la pasta cuoce in abbondante acqua salata, fate rosolare il guanciale a secco - ovvero senza grassi - in una padella, a fiamma moderata. Dovrà risultare rosolato, ma morbido, quindi non esagerate con la cottura. Spegnete.
    Scolate la pasta piuttosto al dente senza sgrondarla troppo. Versatela molto velocemente
    nel tegame in cui avete cotto il guanciale e che dovrà essere ancora caldo (quest’operazione va effettuata a fuoco spento) quindi aggiungete altrettanto rapidamente l’uovo e girate energicamente fino a formare la tipica cremina. Servite subito offrendo, a tavola, altro pepe macinato al momento.




    Condividi