PORTATE
  • TIPOLOGIE
  • SPECIALI
  • RICETTE DAL MONDO
  • FESTIVITà
  • TRADIZIONE ITALIANA
  • LE SETTIMANE A TEMA
  • IN SALUTE E IN FORMA
  • Ribollita

    SPECIALI

    Ribollita

    La ribollita è la zuppa toscana più famosa al mondo, simbolo del mondo contadino e del concetto di “recupero, preparata con pane raffermo e verdure, comfort food per eccellenza. In questa tradizionale si prevede l’uso di fagioli cannellini secchi, che necessitano dell’ammollo per un’intera notte, ma se scordate di farlo potere usare tranquillamente quelli in scatola o al naturale, in vasetto di vetro. La tradizione inoltre suggerisce l’uso di un tegame in coccio che saprà amalgamare ed armonizzare tutti gli ingredienti e preferibile nelle lunghe cotture a bassa temperatura. Si serve con fette di pane toscano, meglio se raffermo, e con un filo di olio extra vergine di oliva a crudo.
     

    Difficoltà: minima   ‐   Cottura: 2 ore   ‐   Preparazione: 20 min.   ‐   Prezzo per persona: 1,40 €

    Ingredienti:
    • 300 g di cavolo nero 
    • 300 g cavolo cappuccio bianco Bio Vedi
    • 200 g di fagioli cannellini secchi Bio Vedi
    • 1/2 verza 
    • 2 carote Bio Vedi
    • 2 cipolle bianche Pam Panorama Vedi
    • 2 coste di sedano 
    • 2 pomodori tondi Bio Vedi
    • 1 mazzetto di prezzemolo ed uno di basilico
    • 1 pizzico di nepitella o mentuccia essiccata
    • Olio extravergine d’oliva Bio Vedi
    • Pane toscano a fette Pam Panorama
    • sale iodato finissimo                                          
    • pepe nero di mulinello
     
    Preparazione:
     
    Mettere in ammollo la sera prima i fagioli avendo l’accortezza di eliminare quelli che galleggeranno sulla superficie (foto 1). Trasferirli in una casseruola, coprirli d’acqua e cuocerci per circa 1h.
    Lavare e mondare le verdure (foto 2), tritare non troppo finemente sedano, carota e cipolla, a tocchetti il pomodoro, a julienne il cavolo nero, la verza e il cappuccio (foto 3).
    In un tegame di coccio far dorare il trito di sedano, carota e cipolla con 3 cucchiai di olio (foto 4), far dorare bene ed unire il pomodoro a tocchetti, mescolare bene ed infine unire le verdure rimanenti e gli aromi (basilico, prezzemolo e nepitella). Unire un paio di bicchieri d’acqua e continuare la cottura per circa 1h (foto 5).
    Nel frattempo trasferire i fagioli in una casseruola, coprirli d’acqua e cuocerli per circa 1h, scolarli, passarne la metà al setaccio, unire la purea alla zuppa e continuare la cottura per altri 45’, regolando di sale.
    Unire infine i fagioli interi e cuocere per altri 15’ (foto 6).
    Sul fondo della zuppiera mettere le fette di pane, versare la zuppa e servire immediatamente con una macinata di pepe ed un filo di olio extravergine a crudo.
     
     




    Condividi