Strudel di mele

Strudel di mele

Il termine tedesco “strudel” significa “vortice” a sottolineare la struttura del dolce fatto involtando nella pasta una farcitura di frutta e secondo la cultura popolare la giusta consistenza della sfoglia sarebbe quella che consente di leggervi in trasparenza una lettura d'amore. Lo strudel sembra sia una variante dell'antico dolce turco “baclava” che dal 1526 il sultano Solimano avrebbe diffuso nell'area europea da lui conquistata e la successiva evoluzione del “baclava” in strudel avvenne con l’introduzione tra gli ingredienti delle mele, quasi del tutto assenti in Turchia, ma molto popolari nel nord Europa. (credit “Taccuini Storici”).

Difficoltà: media · Cottura: 40 minuti · Preparazione: 15 minuti ·


Ingredienti:

Per la sfoglia:

  • 160 g farina 00 P&P — Vedi
  • 70 ml di acqua fredda
  • 1 tuorlo P&P — Vedi
  • 1 cucchiaio di olio extra vergine di oliva P&P — Vedi
  • un pizzico di sale
  • l’alternativa, una confezione di pasta brisè o di pasta sfoglia P&P — Vedi

Per il ripieno:

  • 700 di mele renette o golden P&P — Vedi
  • 50 g di burro P&P — Vedi
  • 3 cucchiai di zucchero di canna
  • 3 cucchiai di pangrattato P&P — Vedi
  • 2 cucchiai di nocciole Igp P&P — Vedi
  • 2 cucchiai di uvetta P&P — Vedi
  • la scorza di un limone bio
  • vino passito o rum
  • cannella in polvere, se gradita
  • zucchero a velo

Preparazione:

In una ciotola mescolare la farina con il tuorlo, il pizzico di sale, l’olio e l’acqua (foto 1). Ottenere una palla, coprire con un canovaccio e far riposare a temperatura ambiente per circa 30’ (foto 2). Ammollare l’uvetta in poca acqua tiepida, tostare il pane in una pentola antiaderente, tritare grossolanamente le nocciole. (foto 3)

Sbucciare le mele e tagliarle a fettine e rosolarle in padella con il burro, unire il pane grattugiato, l’uvetta strizzata, le nocciole, la cannella (se gradita), la scorza del limone, una spruzzatina di vino o di rum e mescolare bene. Togliere dal fuoco e mettere da parte. Accendere il forno a 180°. Stendere la pasta sopra un canovaccio, così da rendere più semplice l’arrotolamento successivo, ottenendo un rettangolo (foto 4), distribuire il ripieno, ripiegare i bordi sul ripieno ed arrotolare la sfoglia, chiudendo bene le estremità (foto 5 e 6).

Adagiare il dolce sopra una placca da forno coperta da carta forno, spennellare la superficie con poco burro fuso e cuocerlo per circa 40’ o fino a quando la superficie sarà dorata. Sfornarlo, farlo raffreddare e servirlo tagliato a fette con poco zucchero a velo.


Condividi