PORTATE
  • TIPOLOGIE
  • SPECIALI
  • RICETTE DAL MONDO
  • FESTIVITà
  • TRADIZIONE ITALIANA
  • LE SETTIMANE A TEMA
  • IN SALUTE E IN FORMA
  • Trifle di panettone con mascarpone e cioccolato fondente

    SPECIALI

    Trifle di panettone con mascarpone e cioccolato fondente

    Cosa farne del panettone o del pandoro? Lo facciamo diventare protagonista del classico dessert anglosassone e, attenzione, crea dipendenza!

    Difficoltà: minima   ‐   Cottura: no   ‐   Preparazione: 30 min   ‐   Prezzo per persona: meno di 2,00 €

    Ingredienti:

    Dosi per 8 persone

    • 500 g di pandoro o panettone senza canditi i Tesori Vedi
    • 500 g di mascarpone Pam Panorama Vedi
    • 300 g di panna fresca per dolci Pam Panorama Vedi
    • 120 g di zucchero a velo
    • 50 g di cioccolato fondente extra Perù i Tesori Vedi
    • 100 ml di vino passito
    • 3 arance Bio, le zeste Vedi
    • 1 arancia Bio, per la decorazione Vedi

    Vino consigliato: Zibibbo Cantine Pellegrino.

    Preparazione:

    Tagliare in dadolada il panettone.

    Lavare le tre arance, ottenere le zeste e pelarle a vivo mettendo da parte le fette.

    Tritare il cioccolato fondente. In una ciotola con un frustino montare la panna rendendola soda (1).

    Nella planetaria o in un’altra ciotola, aiutandosi con una spatola, ammorbidire e montare il mascarpone con lo zucchero a velo setacciato (2), aggiungere un paio di cucchiai di vino passito ed infine le zeste delle arance (3).

    Unire la panna montata, amalgamare e trasferire tutto in un sac à poche (4).

    Comporre il dessert all’interno di un contenitore versando un pò di crema nella base (5) e aggiungere metà del panettone a cubetti. Continuare spruzzando con un po’ di vino passito (6) e ricoprire nuovamente di crema. Ripetere le operazioni per un secondo strato (7).

    Terminare il trifle decorando la superficie con il cioccolato fondente tritato, le fette di arancia pelata  (8) e una spolverata di zucchero a velo.

    Far riposare in frigo il trifle coperto di pellicola fino al momento del servizio accompagnandolo, a piacere, con il vino passito (9).





    Condividi