PORTATE
  • TIPOLOGIE
  • SPECIALI
  • RICETTE DAL MONDO
  • FESTIVITà
  • TRADIZIONE ITALIANA
  • LE SETTIMANE A TEMA
  • IN SALUTE E IN FORMA
  • Fave dolci di Novembre

    SPECIALI

    Fave dolci di Novembre

    Novembre è il mese che tradizionalmente viene legato al culto dei morti, quando veniva celebrato nei riti pagani a ringraziamento dell’estate appena trascorsa ed auspicio per i raccolti futuri. Spesso si trasforma in un dolce pensiero che Pellegrino Artusi, nel suo celebre libro dedicato alla cucina, ne riporta addirittura tre varianti. La ricetta che vi propongo è tipicamente veneziana, con le mandorle sostituite dai pinoli e con il delicato profumo della vaniglia che rende il dolcino ancora più elegante.

    Difficoltà: media   ‐   Cottura: 15 minuti   ‐   Preparazione: 15 minuti   ‐  

    Ingredienti:
    • 200 g di pinoli P&P Vedi
    • 100 g di zucchero P&P Vedi
    • 100 g di farina per dolci P&P Vedi
    • 1 uovo
    • 1 cucchiaino di cacao amaro in polvere P&P Vedi
    • 1 noce di burro
    • qualche goccia di alchermes
    • ½ stecca di vaniglia
    • sale
    Preparazione:

    Frullare i pinoli con lo zucchero ed i semini della vaniglia fino ad ottenere una polvere sottile (foto 1), unire la farina, l’uovo, il burro fuso, il pizzico di sale ed impastare brevemente. Dividere il composto in tre parti: una verrà lasciata del colore naturale mentre le altre due saranno addizionate rispettivamente di cacao (foto 2) e alchermes. Impastare fino ad ottenere tre panetti lisci (foto 3). Lasciar riposare in frigo per mezz’ora.

    Accendere il forno statico a 170°. Riprendere i panetti, allungarli a mo' di salsicciotti (foto 4), dividerli in gnocchi ottenere delle palline, disporle sopra una placca coperta da carta forno (foto 5) e cuocerli nel forno già caldo per 15’. Lasciar raffreddare e servire con un po' di vino liquoroso, una tazza di tè o confezionate graziosamente per donarle (foto 6).





    Condividi